top of page
  • Fabiola

CORE! Sabato 28 Ottobre ore 10.30


Sabato 28 ottobre dalle 10.30 alle 12.15 si terrà una classe di Power Vinyasa Multilivello mirata a rinforzare il CORE. Lezione disponibile SOLO IN PRESENZA e NON ONLINE. Compresa nella Tessera a ingressi e abbonamento Open. Formula Drop-in lezione singola: 18€ Per info e prenotazioni: mail: info@dahliayoga.it whatsapp: 3492669193 DM Instagram

Cosa si intende con la parola CORE?

Per core si intende il "nucleo del corpo"; il complesso muscolare presente a livello addominale e lombare, fondamentale per garantire stabilità, controllare la postura ed evitare dolori alla schiena e possibili lesioni. Quali muscoli costituiscono il core?

Tutti i muscoli del complesso addomino-lombo-pelvico. Si tratta di una doppia muscolatura: una profonda, che ha il compito di stabilizzare rachide e pelvi e una esterna, che sovrintende ai movimenti degli arti e gestisce la forza di gravità e i carichi provenienti dall' esterno.


  • Quadrato dei lombi.

  • Muscoli del pavimento pelvico

  • Grande e medio gluteo.

  • Retto addominale - obliqui interni ed esterni - trasverso addominale.

  • Diaframma

  • Muscoli paraspinali (erettori spinali)

  • Muscolo Multifido

  • Muscolo Psoas

Tutti questi muscoli formano un ingranaggio perfetto nel quale devono agire in sinergia per proteggere una delle zone più delicate del nostro corpo: la colonna vertebrale.

CORE E YOGA Nella pratica Yoga ci si concentra soprattutto sulla parte interna dei muscoli del Core: Trasverso addominale e Muscolo Multifido. Questi gruppi muscolari esistono al di sotto degli addominali superficiali e controllano la nostra respirazione e il nostro allineamento posturale. I BANDHA

I Bandha possono essere definiti come “contrazioni” o “chiusure” di determinate parti del corpo che hanno un ruolo fondamentale per regolare il fluire del prana (energia vitale) e per garantire un’esecuzione corretta di asana e pranayama. La loro corretta esecuzione richiede un certo periodo di pratica, che consente anche di passare da un piano meramente fisico-muscolare ad uno più sottile, energetico.

Il primo Bandha (Mula bandha) si può tradurre come “chiusura della radice”. Contraendo leggermente il muscolo che va dall’osso pubico al coccige, si crea un sigillo energetico che “chiude” il Prana nel corpo e previene così la sua fuoriuscita dalla base della spina. Si dice che il Mula bandha sposti il prana nel sushumna nadi: il canale centrale del corpo energetico.

Il secondo Bandha (Uddiyana bandha), consiste in una lieve contrazione del Muscolo Trasverso dell' addome; usato per attirare il contenuto addominale verso la spina dorsale. Uddiyana significa “volare verso l’alto” e la pratica dell’uddiyana bandha consente al prana di salire incessantemente verso l’alto attraverso il sushumna nadi. Questo bandha serve a dare fludità e leggerezza all’asana.

12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page